Raccolta dati e privacy applicati al marketing digitale.

raccolta dati privacy marketing
Raccolta Dati, Privacy e Marketing come combinarli

Vuoi guadagnare la fiducia degli utenti e ottenere più risultati dal marketing? Inizia con questi passaggi

 

Il modo in cui le persone pensano alla raccolta dati e alla propria privacy è cambiato radicalmente. Abbiamo assistito a cambiamenti significativi nel nostro settore perché le persone hanno perso fiducia in come alcune aziende utilizzano i propri dati.

Ed è più che una semplice reazione alla più recente violazione della privacy. Le persone stanno cercando di riprendere il controllo delle proprie informazioni personali.

L’interesse di ricerca in Italia per “la mia attività online”, in cui le persone possono gestire informazioni come la loro ricerca e cronologia di navigazione salvata sul proprio account Google è aumentata di sei volte dal 2016. E solo negli ultimi mesi, oltre 160 milioni di persone, sono andate nei loro account Google per rivedere e modificare le loro impostazioni sulla privacy, che includono i tipi di dati che Google può raccogliere e i tipi di annunci che Google mostra loro.

 

Raccolta dati e Marketing Digitale

 

Abbiamo già visto una forte reazione del governo alle preoccupazioni dei consumatori. Il regolamento generale sulla protezione dei dati, noto anche come GDPR, ha avuto un impatto significativo sul modo in cui i dati personali degli utenti europei possono essere raccolti e utilizzati. Il regolamento si sta riscaldando anche negli Stati Uniti, con una legislazione presa in considerazione sia a livello nazionale che statale, e il passaggio di una nuova legge sulla privacy in Italia.

Abbiamo visto anche le piattaforme tecnologiche rispondere. Il browser Safari di Apple ha aggiornato la sua prevenzione di tracciamento intelligente, nota come ITP 2.0, per bloccare i cookie di terze parti. Inoltre, il browser Firefox di Mozilla ora offre una protezione avanzata del tracciamento, che ha anche la capacità di bloccare i cookie di terze parti.

Queste modifiche al browser hanno già avuto un impatto sul marketing digitale.

  • La personalizzazione degli annunci è ora limitata. I cookie vengono spesso utilizzati per mostrare annunci agli utenti in base ai siti Web visitati. Gli sforzi per bloccare questi cookie limitano la possibilità di pubblicare annunci personalizzati per i visitatori da questi browser.
  • Le conversioni sono sottovalutate. Poiché le conversioni view-through e cross-device non possono essere conteggiate quando i cookie vengono bloccati, i nostri partner pubblicitari ci hanno comunicato che i loro rapporti sono diventati meno affidabili, in particolare per le campagne che misurano il valore utilizzando view-through.
  • I metodi di misurazione sono sotto pressione. Sondaggi di brand lift, test di holdback e modelli di attribuzione basati su cookie di terze parti sono meno precisi quando i cookie vengono bloccati.

Non commettere errori – questo è solo l’inizio. Il ritmo e l’impatto delle modifiche all’ecosistema degli annunci digitali si intensificheranno solo quando i regolatori, i responsabili delle politiche, i proprietari di piattaforme e gli utenti si interesseranno di più alla privacy online e sulla raccolta dei dati.

I marketer lungimiranti comprendono che le preoccupazioni sulla privacy online sono reali e si sono preparati da sempre.

Questi operatori del marketing cercano di crescere, ma non a scapito della fiducia dei consumatori. Al contrario, investono in modi per proteggere e rafforzare le loro relazioni con i clienti, creando in definitiva marchi che dureranno nel tempo. Questi marketer si rendono conto che il marketing responsabile è più importante che mai perché le aspettative sulla privacy sono più alte che mai.

L’Oreal è un esempio di un marchio che prende sul serio la responsabilità dei dati dei clienti. Mentre L’Oreal ha tradizionalmente venduto i suoi prodotti attraverso i rivenditori, il passaggio al digitale ha completamente cambiato il modo in cui le persone hanno fatto acquisti. Quindi la società sapeva che aveva bisogno di un approccio ponderato alla gestione dei dati dei consumatori.

L’amministratore delegato di L’Oreal, Lubomira Rochet, che è anche membro del comitato esecutivo globale della società, è incaricato di integrare il digitale in tutte le discussioni sulla leadership. Nel suo ruolo, Rochet ha preparato L’Oreal per i cambiamenti di privacy che stanno accadendo ora – investendo in una strategia di dati responsabile che include strumenti di misurazione e tecnologie cloud di prima parte. L’Oreal è stato uno dei primi marchi di consumatori a testare Ads Data Hub, una soluzione basata su cloud che crittografa i dati dei consumatori per impostazione predefinita e consente a L’Oreal di condurre analisi e identificare gli approfondimenti degli utenti in modo anonimo e sicuro per la privacy.

Se non stai già seguendo le orme di aziende come L’Oreal, dovresti iniziare ora. Parla con il tuo team su come muoverti in tal senso.

Dovrai concentrarti sull’essere:

  • Trasparente su quali dati raccogli. Chiedi un consenso chiaro e offri alle persone reali possibilità di scelta nel tipo di esperienze che possono avere con il tuo brand in base alle loro esigenze di privacy.
  • Essere preciso su come vengono raccolti i dati. Investi in modo diretto per misurare le tue interazioni con gli utenti. Qui, i cookie sono impostati solo se i visitatori hanno avuto un contatto diretto con il tuo sito web.
  • Privacy sicura quando si gestiscono i dati dei clienti. Questo probabilmente significherà investire nella tecnologia cloud, che ha funzionalità di sicurezza integrate come la crittografia dei dati.

E lavora con partner che riconoscono la portata e l’impatto dei cambiamenti in corso. Chiedi come stanno pianificando di rispondere a queste modifiche e in che modo assicurano che i dati siano protetti e utilizzati in modo appropriato.

È senza dubbio un momento difficile, e dovrai rivedere le tue politiche e le tue pratiche per assicurarti che siano in linea con le aspettative sulla privacy online per la raccolta dati dei tuoi utenti. Ma anche di fronte a tutto questo cambiamento, dovremmo riconoscere quale significativa opportunità rappresenti. Lavorando insieme per proteggere la privacy degli utenti, saremo in grado di offrire un grande marketing che guida i risultati e crea fiducia.

 


 

Qui trovi il nostro nuovissimo blog HubSpot Marketing con contenuti e guide sempre nuovi ed aggiornati

 

Send this to a friend