Blog

Marketing aziendale nell’era digitale: sei pronto?

 

Il marketing aziendale è sempre stato uno degli aspetti portanti dei business di successo. Da anni, da quando le pubblicità erano cartacee e i contatti si raggiungevano solo per telefono o per posta e le indagini di mercato andavano svolte manualmente. Oggi, nell’era digitale, non è cambiato nulla.

Soltanto abbiamo a disposizione un’infinità di strumenti e opportunità in più per gestire nella maniera più efficace possibile un piano marketing aziendale. Perfino le pubbliche relazioni possono essere gestite online, anzi devono!

Basta raccogliere la sfida e non perdersi nei meandri della rete.

 

Analizzare i dati, per orientare il marketing verso il cliente

 

Il digitale, la rete, i nuovi software e tools ci consentono ciò che probabilmente fino a qualche anno fa un marketer avrebbe solo sognato: analizzare e monitorare un’impressionante quantità di dati e informazioni per orientare la nostra strategia di marketing facendo altresì ricerche di mercato.

Con tutti i dati che vengono trasmessi ogni giorno nel web, da ogni parte del mondo, è possibile farsi un’idea ben precisa di come vadano i mercati, le tendenze e di cosa abbiano bisogno i potenziali clienti.

A un livello più locale, strumenti come Google Analytics o gli Insights delle pagine social possono dar conto dei comportamenti di chi visita le nostre pagine web, dei tempi di permanenza, di cosa suscita o non suscita il loro interesse. Un simile tracciamento è possibile anche con la newsletter: alcuni strumenti permettono infatti di sapere se e quando le DEM vengono aperte e se vengono poi effettivamente lette.

Questo vuol dire poter orientare la strategia per venire incontro alle esigenze dei clienti o dei potenziali clienti.

 

Il social media marketing

 

Ne abbiamo accennato “en passant”, ma non si può parlare di digital marketing senza parlare di social media. Destinare una parte delle risorse del budget per campagne pubblicitarie sui social è indispensabile per le aziende, anche piccole, che si presentano sui social. Facebook per esempio consente di raggiungere un pubblico altamente selezionato sulla base di caratteristiche ed interessi personali, oltre che per età e area geografica. Queste possibilità, se ben sfruttate, possono creare un tasso di conversione incisivo per un’azienda.

È chiaro però che la strategia aziendale di marketing sui social non deve essere solo finalizzata ai canali paid. Bisogna darsi degli obiettivi, scegliere i social giusti per l’azienda, sviluppare piani editoriali coerenti e contenuti che raccontino e coinvolgano gli utenti. Nel marketing digitale non abbiamo più clienti, ma utenti che interagiscono attivamente con le aziende e il business. Il marketing è sempre più attento a prevenire le richieste di questo vasto pubblico.

 

L’inbound marketing

 

Se ne sente parlare spesso, ma che cos’è linbound marketing? È una strategia di marketing digitale che consente di essere trovati dai clienti, anziché andarli a cercare con messaggi invasivi. Questa tendenza è sempre più in voga. Una strategia di inbound marketing ben studiata, può dare ottimi risultati per l’azienda.

Si tratta di proporre contenuti in grado di soddisfare le richieste degli utenti (potenziali clienti) che effettuano ricerche sui motori di ricerca, e di conseguenza dare una soluzione al loro problema. Facciamo un esempio: un’azienda agricola ha prodotto tre tipi di vino e vuole venderli. Il reparto marketing dell’azienda stabilisce una strategia di inbound marketing. I copywriter scrivono una serie di blog post, per esempio, su come abbinare il vino alle pietanze, o su come conservare il vino ecc. Il SEO specialist lavora affinché questi contenuti compaiano tra le prime pagine della SERP Google.

L’utente che cercherà queste informazioni sul motore di ricerca, si imbatterà dunque nei contenuti dell’azienda agricola. Tramite questi contenuti ne conoscerà i prodotti, il brand ecc. Alla fine del blog post, una call to action lo invita a fare questa o quella azione sul sito, per esempio iscriversi alla newsletter, o partecipare a un evento. Ecco che l’inbound marketing ha la capacità di aiutare l’azienda a trasformare un utente del web in potenziale cliente.

 

Il digital marketing è adatto alla tua azienda

 

Insomma, il marketing aziendale sul web offre queste e molte altre possibilità per chi vi si approccia. Uno dei punti di forza più entusiasmanti è che è un campo aperto alla sperimentazione, nonostante le numerose best practices codificate e riconosciute, lascia spazio alla creatività e alla creazione di un’identità di brand definita per ogni azienda.

Un secondo aspetto da non sottovalutare è che è una risorsa accessibile anche per aziende di piccole dimensioni con budget ridotti. Se in passato, prima dell’era, le micro-imprese non potevano permettersi che qualche brochure da distribuire a mano, il web ha reso più democratiche le possibilità di fare marketing aziendale, ottenendo risultati proporzionati alle esigenze dell’azienda, secondo i budget prestabiliti.

Insomma, non ci sono motivi per non intraprendere la strada del marketing aziendale digitale, affidandosi a professionisti in grado di guidare il proprio business in una strategia di successo per raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissi.

Allora, sei pronto?

 

New call-to-action