I motivi per cui il tuo marketing digitale non converte


I motivi per cui il tuo marketing digitale non converte

Il marketing digitale di cui l’ottimizzazione dei motori di ricerca (la famosa SEO) ne fa parte, ha il potenziale per inviare un flusso costante di traffico rilevante sul sito web aziendale e, in definitiva, generare lead e vendite.

E funziona davvero, se è fatto bene.

Quindi, se ti stai chiedendo perché la tua strategia di marketing digitale e le annesse campagne di marketing non ottengono risultati, è probabile che tu stia facendo qualcosa di sbagliato. È anche probabile che tu non sia la prima persona ad aver commesso quell’errore. Ecco quindi alcuni consigli per il quale, la tua strategia di marketing digitale potrebbe non essere all’altezza o elaborata e messa a punto nella maniera corretta.

Guida Inbound Marketing per PMI B2B B2C

 

Ottieni più traffico, ma poche conversioni

 

Uno dei problemi più comuni che le aziende devono affrontare è la non conversione dei lead che ottengono sui rispettivi siti web aziendali. Quindi, se il tuo traffico è in aumento ma le conversioni scarseggiano, ci sono diverse cose che dovresti prendere in considerazione.

Conosci il tuo mercato – Il tuo acquirente è il fondamento di ogni campagna di marketing. Se non sai chi sono i tuoi clienti, cosa vogliono, cosa cercano, che problema stanno cercando di risolvere, allora, di certo non puoi dire che stai attraendo il pubblico giusto.

Se vuoi distinguerti, devi investire in buoni copywriter e questi non sono economici. Altro che gli a articoli a 10 o 30 euro. Senza parlare poi dei famosi 50 articoli a 300 €. Tuttavia, l’investimento più elevato ti ripagherà ampiamente. Il Copy include articoli del tuo blog, il Copy per le tue promozioni di marketing su tutte le piattaforme social e non, landing page, e-mail, ecc.

Se questi sono incoerenti nel tono, scritti male e non tengono in considerazione il percorso dell’acquirente (Buyer Journey) del tuo pubblico, non otterrai la risposta che desideri.

Rendi coerenti i tuoi messaggi – Se la tua offerta non è chiaramente definita e spiegata, finirà solo per confondere i tuoi contatti. Senza un messaggio chiaro su tutti i canali e le campagne di marketing, apparirà sconnessa e allontanerà i lead dal tuo sito.

 

Metriche sbagliate

 

Gli indicatori di prestazione o KPI, ti aiuteranno a capire se le tue campagne funzionano, ma se stai monitorando metriche sbagliate, o peggio le Vanity metrics, continuerai a bruciare il tuo budget in aree che non migliorano le tue conversioni.

Ad esempio, alcuni siti web di aziende, desiderano più acquirenti dalle loro campagne e-mail. Tracciare le percentuali di clic (CTR) e le vendite risultanti non è un gioco da ragazzi. Tuttavia, spesso mancano di esaminare altre metriche preziose come l’andamento delle percentuali di apertura nel tempo (le e-mail non lette non riceveranno clic), nonché i CTR delle landing page e delle pagine di attivazione.

Tieni traccia di conversioni più preziose come chiamate telefoniche, clic su link e-mail, completamenti di form, download, chat dal vivo, ecc. Misurandole saprai quali canali performano di più, il che significa che puoi destinare loro più budget.

Guarda anche i dati qualitativi – I numeri non mentono, ma vale anche la pena guardare i dati qualitativi. Conduci sondaggi in modo da poter esaminare altri fattori come la Customer Satisfaction dei clienti.

 

Campagne Marketing su canali sbagliati

 

Questo risale al tuo acquirente. Se non investi tempo nella ricerca approfondita dei consumatori, qualsiasi marketing intelligente che attui sui social media o sugli annunci online non funzionerà.

Comprendi il tuo pubblico – non c’è modo di evitarlo: fai ricerche sui tuoi clienti. Per quanto tu pensi di sapere com’è la tua base di clienti, è probabile che tu non li capisca completamente.

Devi porre domande come chi sono, dove sono online, rispondono agli annunci o preferiscono stabilire un primo approccio tramite contenuti? Dopo aver creato un solido set di Buyer Personas“i tuoi clienti ideali”, avrai un’idea migliore su quali piattaforme dovresti investire.

 

Aspettative non realistiche

 

Prima di iniziare qualsiasi campagna, è necessario stabilire aspettative “realistiche”.

Molti imprenditori / aziende commettono l’errore di lavorare con risorse limitate (o, in alternativa, di non dedicare risorse sufficienti) e quindi di perseguire obiettivi ambiziosi. Questo sarà solo deludente, interromperà prematuramente le campagne o ti farà investire in campagne sbagliate.

Imposta obiettivi SMART: in caso di dubbi, “SMART”: specifico, misurabile, realizzabile, pertinente e tempestivo.

Questi sono obiettivi che possono essere raggiunti in modo conveniente (ad esempio, posizionarsi sulla prima pagina delle SERP di Google entro 1 anno, avere 100 iscritti alla newsletter in 3 mesi).

Sii paziente: ci sono campagne di marketing digitale che richiedono tempo per produrre risultati. SEO e content marketing, ad esempio, spesso impiegano mesi prima di iniziare a vedere qualche bagliore di luce. Il Social media marketing, ancora di più.

Questo settore è tutta strategia a medio e lungo termine, quindi sii realistico su quanto tempo ci vorrà prima di iniziare a vedere il ROI.

 

Troppa concorrenza sulle SERP SEO

 

La SEO può diventare tecnica e scoraggiante, soprattutto se ti trovi in ​​uno spazio altamente competitivo. Se ti è difficile classificarti e scalare, ci sono diverse cose che potrebbero aiutarti.

Differenzia te stesso – controlla i tuoi concorrenti e guarda cosa stanno facendo. Quindi, prova una strategia diversa o colma un vuoto.

Ad esempio, puoi aggiungere video in cima agli articoli per posizionarli anche su YouTube (il secondo motore video di ricerca più grande). Puoi anche scrivere su argomenti di cui i tuoi concorrenti non hanno ancora scritto.

Resta aggiornato – gli algoritmi cambiano regolarmente. Assicurati di tenere d’occhio i nuovi aggiornamenti e come il panorama SEO si sta evolvendo, in modo da poter adattare la tua strategia di conseguenza.

Ottimizza correttamente il tuo sito, questo è tra gli errori più comuni che riscontriamo – Quanto sei sicuro della tua SEO on-page e off-page?

Il semplice motivo per cui potresti non essere al di sopra della concorrenza è che il tuo sito è scarsamente ottimizzato. Potresti voler pensare a condurre un audit SEO per vedere cosa devi migliorare.

Ovviamente la SEO non è una disciplina semplice, può essere molto tecnica e ricca di sfumature. Lavorare con un’agenzia SEO di fiducia ti consente di aggirare questa ripida curva di apprendimento e toglierla dal piatto.

Guida Inbound Marketing per PMI B2B B2C

Write a comment

Send this to a friend