Blog

HubSpot e la marketing automation: uno strumento rivoluzionario

 

Stai pensando di integrare la marketing automation nella tua strategia aziendale? Prima di farlo, leggi questo articolo e ti aiuteremo a determinare se la marketing automation è adatta alla tua attività, oltre prendere in considerazioni alcuni dei software per farlo nei migliori dei modi.

Indice degli argomenti trattati:

  1. Che cos’è la marketing automation?
  2. Pro e Contro della marketing automation
  3. Quando utilizzare l’automation marketing
  4. Esempi di Automation
    1. Email Marketing
    2. Social Media
    3. Landing Page & Form
    4. Analytics
  5. Software per Marketing Automation
  6. Inbound Marketing & Marketing Automation
  7. Conclusioni

 

Quando si parla di sistema di marketing automation, HubSpot è una delle migliori soluzioni software di marketing automation attualmente disponibili sul mercato, anche per i piccoli business.

Questo vale soprattutto per il content marketing, ma non solo. La piattaforma offre una serie di servizi che rendono più facile la gestione dei flussi di lavoro e delle attività di marketing per le aziende.

A che cosa ci riferiamo? Nell’articolo, lo vedremo più da vicino.

L’avvio e la gestione di un’azienda di qualsiasi tipo richiede molto lavoro. E tutto quel lavoro, vale la pena solo se riesci a trovare nuovi contatti, a coltivarli e trasformarli in clienti di ritorno.

Ma ottenere nuovi contatti da soli può richiedere molto tempo ed energia, tempo che semplicemente non hai. E poi ancora, bisogna preoccuparsi di mantenere quei contatti impegnati, interessati e pronti a fare il passo successivo, ovvero l’acquisto di un prodotto e/o servizio.

 

Che cos’è la Marketing Automation?

 

Letteralmente, marketing automation è l’”automatizzazione del marketing”. Nella pratica, il termine si riferisce all’uso di piattaforme o software che riescono ad automatizzare alcune procedure del marketing, come la lead generation per generare nuovi contatti, le email marketing, il CRM aziendale, la customer care, il lead scoring, le landing pages ecc.

Tuttavia, va ben oltre la semplice aggiunta di software al sistema dell’azienda.

L’automation marketing è un concetto relativamente nuovo che è davvero decollato solo negli ultimi dieci anni. In quel lasso di tempo, l’industria è esplosa, con nuove piattaforme e strategie per crescere ogni giorno.

In effetti, circa il 49% di tutte le aziende in tutto il mondo utilizza una qualche forma di automation marketing, secondo EmailMonday, in Italia siamo ancora molto indietro purtroppo…

Inoltre, ha dimostrato di essere un must tra le aziende migliori della categoria, che hanno il 67% di probabilità in più di utilizzarlo rispetto ad altre aziende.

Per non parlare, se usato correttamente, l’automazione di una campagna di marketing può produrre risultati davvero impressionanti. Prendi l’email marketing, ad esempio. Sta diventando sempre più comune automatizzare le campagne e-mail e per buoni motivi. Secondo Optin-Monster, le campagne automatizzate ottengono il 119% in più di clic rispetto alle campagne normali e aumentano le conversioni del 60%

In linea di massima, questi software utilizzano i dati che i contatti lasciano sul sito aziendale, sia nei moduli di contatto appositi sia per mezzo dei cookies. Con le informazioni acquisite, le piattaforme di marketing automation permettono anche di personalizzare le azioni di marketing verso ciascun contatto, e a dare alle aziende indicazioni utili sulle prossime azioni da intraprendere.

 

Pro e contro dell’automation marketing

 

Queste azioni di automazione molto minuziose, consentono alla tua azienda di svolgere le proprie attività in modo più semplice ed efficiente.

Tuttavia, bisogna usare la giusta strategia, insieme al tuo software, per massimizzare il tuo potenziale e il tuo ROI.

Se non ben ponderato, l’automazione può e fallirà. Ecco alcuni pro e contro che dovresti considerare.

 

– Pro

 

Maggiore efficienza tra i dipartimenti di marketing e vendite

 

Troppo spesso i reparti di marketing e vendite di una determinata azienda si trovano in conflitto.

I due dipartimenti si affidano l’un l’altro per svolgere correttamente il proprio lavoro; tuttavia, a volte, c’è un’estrema mancanza di comunicazione.

Ciò può causare la perdita di lead, vendite e entrate. Ma grazie all’automazione e l’uso di un software, si può aumentare aumentare l’efficienza e la comunicazione tra i reparti. Ciò che vede il reparto marketing, lo fa anche il team di vendita.

Il sistema richiede che entrambi abbiano una parte e quindi avvicini le squadre per lavorare verso un obiettivo comune.

 

Feedback costante significa miglioramento costante

 

Lla piattaforma di automation svolge le sue attività quotidianamente, analizza continuamente ogni dato, azione, vendita, visita o informazione lungo il percorso dell’utente.

Può tenere traccia di ciò che funziona e non, di chi acquista o finalizza un azione. Ciò significa che puoi adattare continuamente le tue strategie di marketing in base a tali informazioni e migliorare costantemente, senza dover valutare manualmente ogni punto di contatto o interazione del cliente.

 

Fai di più in una volta

 

Il punto principale dell’automation è farti risparmiare tempo e denaro facendo cose che in genere sono noiose (ma necessarie) attività di marketing, come l’invio di e-mail di ringraziamento o promemoria sui prossimi eventi.

A differenza di te, il software di automation può interagire con più clienti su idee separate su vari canali, il tutto contemporaneamente. Mentre il tuo software lavora su queste attività, puoi dedicarti alle relazioni umane.

 

– Contro

 

Costi Marketing Automation

 

Come con qualsiasi prezioso strumento di business, il prezzo di acquisto o il costo per l’uso mensile può essere piuttosto elevato in base al flusso di contatti che si desidera gestire o più funzioni della piattaforma.

Ma oltre a ciò, il suo valore reale dovrebbe sempre essere misurato in base al ROI. Se non stai recuperando abbastanza usandolo, potrebbe non valere la pena il tuo tempo o i tuoi soldi.

 

Sono necessarie molte informazioni

 

In primo luogo, l’automazione funziona solo se hai dei lead da costruire o già una base da analizzare.

Troppo spesso, le aziende acquistano un software di automation, pensando che genererà da solo nuovi contatti senza avere altre strategie in gioco o senza aver pianificato prima i contenuti. Di conseguenza, hanno questo eccellente sistema di automazione, che spesso è piuttosto costoso e non porta a nulla utilizzarlo.

Pertanto, molti iniziano a comprare elenchi di indirizzi e-mail da utilizzare, invece di generare i propri lead. Ma questo serve solo ad amplificare ulteriormente il problema, poiché la maggior parte di questi indirizzi e-mail non vi ha mai sentito nominare, figuriamoci se mostreranno interesse al vostro marchio o ai vostri prodotti.

Questa tattica produce tantissime e-mail indesiderate a persone che stanno letteralmente sprecando il loro tempo e denaro, oltre a contribuire a ridurre il coinvolgimento, i tassi di consegna delle e-mail, il ROI e una reputazione tutt’altro che ammirevole, senza contare l’etichetta di Spam che vi darà Google.

In secondo luogo, devi disporre di molte informazioni sui tuoi potenziali e attuali consumatori. Se non ne hai abbastanza o i tuoi dati non sono corretti, il sistema che invia messaggi automatici ha un’alta probabilità di inviare informazioni errate o generiche, che possono essere irritanti per i clienti.

 

È necessaria la manutenzione

 

Troppe persone pensano all’automation marketing come a un sistema che possono installare e di cui dimenticarsi, confidando che funzionerà correttamente il 100% delle volte.

Tuttavia, non è sempre così. In effetti, a volte questi sistemi di automation marketing richiedono una gestione, proprio come il tuo personale.

 

Quando iniziare a pensare all’utilizzo della marketing automation

 

Potresti pensare, che un processo che ti farà risparmiare tempo e denaro sia un gioco da ragazzi e dovrebbe essere avviato immediatamente. E in alcuni casi, è vero.

L’automazione del marketing, tuttavia, non è una di quelle e ci sono sicuramente alcune cose su cui dovresti già essere un esperto prima che l’automazione entri in gioco.

Prima ancora di considerare il marketing automation, è necessario assicurarsi di disporre di un flusso costante e coerente di lead in entrata e traffico di qualità sul sito.

Come ho detto sopra, l’automation senza una strategia per ottenere nuovi e organici lead non ti porta da nessuna parte.

È necessario disporre di un team di marketing e vendite che sappia coltivare i tuoi contatti e spostarli lungo le fasi di vendita e il processo di acquisto.

Un’altra cosa da considerare è il monitoraggio e l’analisi. L’automazione può farlo per te per la maggior parte, ma devi avere una conoscenza approfondita dell’analisi che conta di più per la tua attività prima di “impostarla e dimenticarla”.

 

Come integrare l’automation marketing nella tua strategia

 

Come per molte strategie di marketing e/o di business, devi iniziare da qualche parte, e di solito usare quello che hai già lentamente costruito o i pochi dati che hai a disposizione. Per l’automazione del marketing, non è diverso.

L’intero processo deve essere unicamente tuo. L’automation non è uno strumento adatto a tutti. E semplicemente l’acquisto di software per la tua azienda non ti farà avere successo. Quindi devi sapere esattamente quali sono i tuoi obiettivi per averne.

Hai bisogno di aiuto per identificare i lead più importanti, creare campagne di email marketing e tracciare i tuoi potenziali clienti? Oppure ti concentri maggiormente sui rinnovi, indirizzando gli acquirenti in ogni fase e identificando le aree di nuova crescita?

Quindi potresti voler dare un’occhiata a come altre aziende del tuo settore utilizzano l’automation. Scoprire cosa funziona e cosa no.

Assicurati di includere sia il team di marketing che quello di vendita durante l’intero processo. Scopri le loro esigenze, come utilizzerebbero questa tecnologia e cosa si potrebbe fare per renderle più efficienti.

Dai anche un’occhiata ai tuoi obiettivi di vendita, al ROI attuale e previsto e alle metriche utilizzate per misurarli.

Quindi puoi cercare una piattaforma di automation in grado di soddisfare tutte le tue esigenze e aiutarti a crescere come solo tu puoi.

Dopo averne trovato uno, si tratta di collegarlo a tutti i canali multimediali, all’elenco contatti, al CRM e all’analisi per implementare idee che aiuteranno a far crescere la tua attività nel modo che ti serve.

 

Esempi di automazione del marketing in azione

 

Come abbiamo specificato alcune volte, l’automation marketing si presenta in una varietà di forme, dall’email marketing, dai social media fino all’analisi. Ecco alcuni esempi di automazione che possono aiutarti.

 

Email Marketing

 

Una delle forme più comuni di automation marketing è l’email marketing. Tuttavia, anche in questa sottocategoria ci sono molte variazioni.

 

Email di benvenuto

 

Puoi utilizzare l’automation per inviare e-mail di benvenuto a coloro che si sono appena abbonati al tuo sito Web o newsletter, aggiungendo uno sconto sul loro prossimo acquisto o una maglietta gratuita.

Supponiamo che un cliente entri nel tuo negozio online e effettui un acquisto. Ricevendo il loro indirizzo e-mail, puoi quindi inviare loro un’e-mail di ringraziamento e possibilmente offrire un incentivo come a far parte di un club VIP, che offre sconti per acquisti futuri o una guida su come utilizzare il loro nuovo prodotto.

 

Carrello abbandonato e promemoria di eventi imminenti

 

È possibile inviare e-mail automatizzate per ricordare ai consumatori gli articoli ancora nel carrello o i prodotti che hanno guardato ma che al momento sono in esaurimento.

I promemoria possono anche essere inviati su varie attività imminenti, come l’esibizione di una band famosa nel tuo ristorante o una vendita speciale su tutta la tua elettronica.

 

Modifica dello stato di un contatto

 

Puoi anche ricevere e-mail quando qualcosa sullo stato di un contatto cambia.

Supponiamo che abbiano cambiato il loro indirizzo e-mail, l’indirizzo di casa o il livello di partecipazione con la vostra azienda. È possibile inviare un’e-mail per verificare che la modifica sia corretta e garantire che il processo funzioni correttamente.

I consumatori adorano ricevere e-mail che li rendono speciali e apprezzati. Le e-mail di compleanno o anniversario sono un ottimo modo per farlo. Inoltre, nutre anche la relazione con i tuoi clienti che altrimenti potrebbero perdersi.

 

Messaggi personalizzati

 

Puoi anche utilizzare le e-mail per coinvolgere continuamente il consumatore con i tuoi prodotti o informazioni. Ad esempio, un visitatore del tuo sito ha appena scaricato una brochure su “Visitare la Grecia”.

Ciò potrebbe innescare la tua piattaforma di automazione per inviare loro una breve serie di informazioni settimanali, che fornisca loro informazioni più approfondite su argomenti correlati come “Cose da vedere ad Atene” e “La migliore cucina greca”.

 

Automation Marketing per i Social Media

 

Proprio come l’email marketing, i social media possono essere un modo per contattare automaticamente i tuoi potenziali e attuali clienti.

 

Automatizza la messaggistica su piattaforme

 

Strumenti di automazione come Hootsuite, Buffer, Crowdfire e molti altri possono essere utilizzati per inviare, più messaggi o annunci su tutti i tuoi canali di social media contemporaneamente o programmati nel tempo per ogni tipo di piattaforma.

Possono anche essere programmati per inviare messaggi di compleanno, note di ringraziamento per aver effettuato un acquisto o informazioni suggerite per il check-out dopo aver gradito la tua pagina.

 

interazioni e servizio clienti

 

Il software giusto potrebbe anche “mettere mi piace” ai post dei tuoi fan, invitare contatti o amici a mettere mi piace o condividere pagine ed eventi in massa, o anche commentare i post che menzionano il tuo marchio.

Domino’s Pizza fa questo nell’esempio di Facebook in basso, facendo sapere ai clienti scontenti che i loro reclami vengono ascoltati e dando loro l’opportunità di contattare direttamente il marchio in merito al problema.

marketing automation

 

Tieni traccia del coinvolgimento e avvisa gli utenti quando un post diventa attivo

 

Il software di automation marketing può anche integrarsi con il tuo CRM o RSS per tenere traccia delle attività e delle campagne, indipendentemente da dove provenga il coinvolgimento.

E quando pubblichi un nuovo contenuto sul blog del tuo sito, il software può inviare un tweet o un messaggio sulle tue piattaforme di social media per informare i clienti interessati.

Tuttavia, proprio come con l’email marketing, non tutto sulle piattaforme dei social media dovrebbe essere completamente automatizzato. Dopotutto, si tratta di persone con cui interagisci, non di robot.

Pertanto, devi scrivere e apparire come un essere umano che si prende cura di loro. Dare al tuo pubblico messaggi generici o quelli che non si applicano necessariamente a loro, ti fa sembrare uno spammer e dare al tuo brand una cattiva reputazione.

Alcune piattaforme di social media come Facebook hanno già un po ‘di automazione integrata. Facebook ti consente di tracciare il comportamento e l’impegno dei clienti con il tuo brand in modo da poter selezionare e catturare l’attenzione del giusto target demografico.

E come sempre, assicurati di utilizzare i tuoi canali di social media per effettuare il retargeting di coloro che sono già stati sul tuo sito e che potrebbero non essere coinvolti nel modo in cui desideri.

 

Landing Page & Form

 

Gli strumenti di automazione possono anche permetterti di creare facilmente nuove landing page e form per il tuo sito web.

Ciò avviene in genere creando una pagina di destinazione efficace già esistente e creando un duplicato di essa con nuovi dati demografici, parole chiave e /o prodotti.

 

Traccia e monitora il coinvolgimento dei visitatori

 

In questo modo, puoi collegare campagne, frasi o parole chiave di ricerca specifiche alle tue landing page per aumentare la conversione. La giusta piattaforma di automazione può assicurarti di collegare bene il tuo CRM, strumenti di analisi ed e-mail marketing insieme per tracciare e monitorare senza interruzioni i visitatori e il loro coinvolgimento.

 

Messeggi e popup

 

Un altro ottimo esempio di automazione nella tua landing page è una finestra di messaggistica o un piccolo pop-up che consente ai visitatori di contattarti direttamente o di compiere specifiche azioni

 

Rispondi alle richieste dei clienti

 

Sebbene possa essere utilizzato per promozioni, come nel caso sopra, il software può anche essere programmato per offrire risposte a domande o problemi comuni che potrebbero avere con i tuoi prodotti o sito Web attraverso un bot tecnologico.

Certo, ci sono sempre momenti in cui i clienti preferiscono parlare con una persona reale, quindi assicurati, di dare loro un numero di telefono o un link per pianificare una chiamata.

Puoi anche offrire la possibilità di chattare dal vivo con un tecnico o uno specialista del supporto.

 

Riempimento automatico dei form

 

Man mano che automatizzi moduli diversi da compilare per i visitatori online, noterai che meno della metà di queste persone completa effettivamente il modulo. Per evitare ciò, cerca di ottenere il loro nome e indirizzo e-mail in anticipo. In questo modo puoi inviare loro promemoria automatici in un secondo momento per completare il modulo.

Per aumentare la probabilità che completino qualsiasi modulo o registrazione, consenti che sia automatizzato per compilare determinati campi per loro. Gli studi dimostrano che più breve è il modulo e meno lavoro deve essere svolto da un cliente, maggiori sono le probabilità che lo completino.

Tuttavia, è fondamentale mantenere la pertinenza e il controllo di qualità quando si utilizza l’automation per landing page e form. E come sempre, segui le best practice sulla landing page.

 

Marketing Automation: Analytics

 

Una delle migliori caratteristiche dell’automazione è la sua capacità di tracciare e monitorare i tuoi contatti, coinvolgimento e conversioni . Alcuni strumenti di automazione del marketing sono progettati esplicitamente per questo, mentre altri lo incorporano così come molti altri processi automatizzati.

 

Misura l’efficacia della campagna pubblicitaria

 

Strumenti come GetResponse, ad esempio, possono tenere traccia dei lead dai tuoi annunci di Facebook . Quando una persona si abbona o fa clic sul tuo annuncio, tutte le informazioni di contatto vengono raccolte e archiviate automaticamente.

Tenendo traccia di queste informazioni e per quale annuncio è stato dato, puoi dire quali annunci sono stati i più efficaci e quale target di riferimento hanno convertito di più. È quindi possibile utilizzare questo per migliorare gli annunci pubblicitari o parole chiave che non funzionano così bene.

Alcune piattaforme di automazione ti consentono anche di inserire obiettivi settimanali, mensili e persino annuali che la tua azienda vorrebbe raggiungere in modo da poter valutare quanto sei vicino a raggiungerli.

 

Esegui test A / B

 

Mentre presti attenzione a queste informazioni, puoi iniziare a eseguire test A / B sui tuoi diversi canali utilizzando un software di automation, che valuterà come alcuni aspetti della tua campagna possono essere migliorati per ottenere il massimo coinvolgimento.

 

Monitorare le prestazioni della concorrenza

 

Un’altra cosa che questi strumenti di automazione del marketing possono fare è confrontare il tuo brand e il suo impegno con quello dei tuoi concorrenti.

Invece di scansionare regolarmente i siti Web di ogni concorrente e le notizie, questi sistemi possono tenere traccia di ciò che stanno facendo per te. Ciò ti consente di vedere quali parole chiave utilizzano e che non funzionano.

 

Gestire l’efficienza dei dipendenti

 

E non dimenticare nemmeno i tuoi dipendenti.

Alcuni strumenti di automazione possono persino tenere traccia di quali progetti stanno lavorando specifici dipendenti, facendoti sapere quanto sono produttivi ciascuno e come puoi aumentarne la loro efficienza.

 

Che cos’è HubSpot?

 

HubSpot è un software di gestione per il marketing strategico. Le aree dei servizi HubSpot sono tre: per il marketing, per le vendite e per i servizi ai clienti.

In tutto il mondo, numerose web agency o consulenti di vendita approvati sono partner HubSpot, in grado di assistere le aziende clienti in diversi ambiti.

Tra questi, la comunicazione di brand e il social media management, il web design, ma anche la creazione di contenuti su diversi canali, l’e-mail marketing, e l’ottimizzazione di siti web e lead generation, fino al più semplice invio di email. Tutto con un occhio di riguardo al marketing dei contenuti.

 

Quali servizi offre HubSpot per la marketing automation?

 

Scegliendo HubSpot come piattaforma per la strategia di marketing automation, la gestione delle azioni di marketing aziendale viene facilitata. In buona sostanza, con HubSpot si possono creare in maniera automatica e-mail, contenuti e offerte su misura per ciascun lead, utilizzando i dati di ogni singolo contatto.

Cerchiamo di approfondire ulteriormente. Ecco cosa può ottenere un’azienda che sceglie di affidarsi a un partner Hubspot:

  • Content marketing

La piattaforma fornisce una serie di suggerimenti orientati alla SEO, ma anche titoli per gli articoli, immagini, headlines, contenuti interessanti ecc. I suggerimenti si basano sui comportamenti passati degli utenti e dei visitatori del sito web aziendale.

Inoltre, è possibile creare facilmente nuovi blog-post per il website e pubblicare automaticamente sui social media, scegliendo gli orari migliori per raggiungere il proprio pubblico di riferimento;

  • E-mail marketing

Grazie a HubSpot, le aziende avranno un piano di direct e-mail marketing (DEM) personalizzato su ciascuna lead. In base ai dati raccolti, la piattaforma consente di programmare una serie di e-mail ad personam, sempre più personalizzate a mano a mano che aumenta l’interazione con i lead.

La strategia di e-mail marketing lanciata con Hubspot dà all’azienda un follow-up immediato, facilitando i processi decisionali sulle azioni successive;

  • Landing pages

Tramite la piattaforma, è possibile creare landing pages personalizzate secondo gli interessi e i comportamenti precedenti dei contatti. I messaggi sono personalizzati in base a location, interessi della buyer persona, device utilizzato ecc. Inoltre, HubSpot consente di inserire una live-chat per supportare l’utente che è atterrato sulla landing page;

  • CRM

Un altro aspetto della marketing automation che HubSpot considera è il CRM. Scegliendo anche i servizi di gestione della clientela, infatti, è possibile salvare automaticamente i dati di ogni cliente, targettizzandoli secondo i comportamenti precedenti. Questa risorsa è molto utile per progettare campagne marketing specifiche.

 

La marketing automation è utile anche per l’Inbound Marketing?

 

Partiamo dal presupposto che l’inbound marketing deve anticipare le ricerche che l’utente del web farà riguardo un determinato settore di business, a seconda dell’azienda e farsi trovare con il messaggio giusto.  Come si possono preparare dei contenuti che vadano incontro alle ricerche dell’utente, ottimizzarli e renderli facilmente reperibili nella SERP?

Sono proprio i tools di marketing automation a rendere più facile questo lavoro. Tramite l’acquisizione dei dati, infatti, è più facile prevedere le azioni future dei contatti, conoscere i loro interessi ecc. Le piramidi di keywords per la SEO, inoltre, hanno proprio lo scopo di intercettare il modo in cui gli utenti pongono la domanda.

L’automatizzazione di questo aspetto è un risparmio di tempo e di energie non indifferente per l’azienda che si dedica al marketing. Allo stesso modo, la condivisione di post social in tempo reale, o programmando la pubblicazione secondo gli orari in cui la fanbase risulta più attiva, è un altro modo intelligente per farsi trovare al posto giusto nel momento giusto dai potenziali clienti.

Insomma, la marketing automation è fondamentale per gestire in serenità una buona strategia marketing aziendale e HubSpot è una piattaforma che offre servizi davvero interessanti in questo senso, soprattutto per le aziende che vogliono scommettere sui contenuti di qualità e sul content marketing.

 

Conclusione dell’automazione del marketing

 

Ora che conosci le basi dell’automazione del marketing e per cosa può essere utilizzato, è il momento di decidere che è giusto per te.

Assicurati di considerare pienamente come la tua azienda lo utilizzerà e se ne vale la pena. Se utilizzata correttamente, l’automazione del marketing può essere uno strumento favoloso, che consente di risparmiare tonnellate di tempo e denaro. Ma se non hai ben escogitato strategie per accompagnarlo, potresti anche buttare via i tuoi soldi.


 

50 Condivisioni
Condividi50
Condividi
Tweet
Pin