Food Marketing: emozioni ed esperienze attraverso il cibo per Ristorazione

food marketing
Esperienze ed emozioni attraverso il Food Marketing per la Ristorazione

Argomenti trattati nel Digital Food Marketing:

  1. Food Marketing Cos’è?
  2. Tendenze del Food Marketing
  3. Persone, Cibo ed Esperienze
  4. Personalizza l’esperienza del Food Marketing
  5. Social Media e Digital Food Marketing
  6. Digital Food Marketing per la Ristorazione
  7. Brand Positioning 
  8. Costruisci un ottimo sito web
  9. Digital Food Marketing e SEO Locale
  10. Incoraggia le Recensioni per + visibilità
  11. Recensioni negative? Prendi le contromisure
  12. Annunci a pagamento (PPC) geo-targettizati
  13. Conclusione e consigli per il Digital Food Marketing

 

Se guardiamo indietro nel tempo verso fine del 1800, le strategie di food marketing neanche esistevano. La maggior parte delle persone prende decisioni di acquisto visivamente, in base ai colori, valori ed emozioni veicolate attraverso la comunicazione. Si dice che colori specifici come il rosso e il giallo abbiano un impatto psicologico sul desiderio delle persone verso un prodotto alimentare. Ma c’è molto di più!

 

Food Marketing: cos’è

 

Il Food Marketing è definito come una serie di eventi di marketing che si svolgono tra un’azienda alimentare, di ristorazione o beverage e un consumatore, dando vita a una strategia di food marketing.

Esso ha uno scopo ben preciso e non semplice da realizzare: quello di connotare emotivamente il cibo, attraverso il racconto e l’immagine, di far vivere un’esperienza di acquisto che sia capace di coinvolgere i sensi, suscitare emozioni intense e positive, attrarre l’attenzione, rassicurare e fidelizzare. 

Metter giù una vera e propria strategia di marketing per il proprio target di riferimento. Un piano editoriale non può assolutamente mancare.

 

Tendenze del Food Marketing

 

Oggi, sempre più aziende utilizzano strategie di food marketing digitale con un tocco più personalizzato per cercare di fidelizzare i clienti verso il proprio marchio. Vediamo, sempre più spesso pubblicità emotiva che cerca di arrivare al cuore del consumatore per conquistarne la fiducia.

Le tendenze per il settore food/beverage che potrebbero contribuire a ciò, sono molti, tra cui il settore del bio, aziende sempre più verticali su un settore o su una preparazione specifica. Incluse tendenze sul design e comunicazione originale e innovativa.

Quello del cibo oggi è diventato il mercato della food experience e i suoi attori si chiamano foodies.

Il foodie non compra più solo “un formaggio”, ciò che si aspetta di acquistare, e per cui è disposto a pagare una certa somma, è una storia raccontata attraverso l’esperienza del mangiare quel formaggio.

 

Persone, Cibo ed Esperienze

 

Il cibo, che è un prodotto sensoriale, si adatta ad essere raccontato: da come e dove viene fatto, a come nasce, quali sono i suoi ingredienti e perché, fino alla tradizione, all’arte della sua cottura. I consumatori, vogliono l’emozione, una storia legata al territorio in cui un prodotto è nato, e cresciuto.

 

Un approccio diverso al mercato del Food

 

Il ritmo frenetico e competitivo della società di oggi ci ci porta sempre più ad essere soli ed avere poco tempo. Per questo il foodie cerca l’emozione non solo nella tranquillità delle mura domestiche, ma anche in luoghi pubblici dedicati al food.

Ecco che il momento conviviale per eccellenza, diventa anche un momento per socializzare, il food fa da unione, fa da collante sociale per meglio autodefinirsi. Veicolare questi momenti di aggregazione diventa fondamentale.

“Le persone possono dimenticare ciò che hai detto, le persone possono dimenticare ciò che hai fatto, ma le persone non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire.”

 

Personalizza l’esperienza del Food Marketing

 

Una delle parti più importanti dell’esperienza del cliente? Quella di farli sentire speciali.

È una psicologia comune: tutti vogliamo sentirci memorabili e soddisfatti. Ci fa sentire bene e a sua volta, staremo bene con la persona (o il luogo) che ci ha fatto sentire in quel modo.

La personalizzazione nel marketing ha un effetto simile. Ma piuttosto che personalizzare le tue e-mail o i tuoi messaggi (cosa che dovresti assolutamente fare), stai personalizzando l’esperienza.

Ci sono svariate App che possono aiutarti a farlo. Le app memorizzeranno i dati sui tuoi clienti, inclusi i tavoli che preferiscono, il vino che bevono, eventuali date speciali come anniversari, ecc.

In questo modo, quando tornano, puoi essere sicuro di metterli al loro tavolo preferito e offrire la loro l’esperienza preferita o altrimenti adattare l’esperienza alle loro preferenze.

Ricorda, queste piccole cose fanno molto agli occhi dei clienti, quindi assicurati di utilizzare tutti gli strumenti disponibili per migliorare la loro esperienza.

 

Usa i social media per migliorare il Digital Food Marketing

 

Se possiedi un ristorante o una qualsiasi attività di ristorazione, hai a disposizione la miniera d’oro dei social media.

Considera questo: oltre 200 milioni di post hanno il tag #food e 23 milioni con #drink.

La parte migliore è che hai già il contenuto di cui hai bisogno: hai solo bisogno di una strategia di social media per conquistare nuovi pubblici.

E mentre esamini le migliori pratiche per i social media, ecco alcuni fattori chiave da tenere a mente:

  • Stabilisci un tono di voce coerente con il tuo marchio, che si estende anche alle tue immagini;
  • Condividi contenuti generati dagli utenti: crea un hashtag personalizzato e incoraggia i clienti a condividere le foto che hanno scattato nel tuo ristorante.
  • Offri coupon o sconti esclusivi ai fan: questo è un ottimo modo per incoraggiare anche i contenuti generati dagli utenti; chiedi ai fan di condividere una foto con il tuo hashtag personalizzato in cambio di un omaggio o di una voce di menu gratuita;
  • Usa il video: porta i fan dietro le quinte, presentali ai tuoi chef stellati o dai loro un’anteprima di una ricetta d’autore fatta dal tuo team di chef.

 

Digital Food Marketing per la Ristorazione

 

Ottenere visibilità e un affluenza costante per i ristoranti, può essere molto difficile. In teoria, potrebbe sembrare così, però tutti hanno bisogno di mangiare, giusto?

Ma la realtà è che la concorrenza è più agguerrita che mai, soprattutto se si opera in modo indipendente piuttosto che come parte di un franchising più ampio e con un solido marketing alle spalle.

Ecco un fatto che fa riflettere: circa il 60 percento dei nuovi ristoranti fallisce entro il primo anno. E quasi l’80% entro il loro quinto anniversario. Tra i motivi del fallimento vanno citati:

  1. Inesperienza/Improvvisazione
  2. Cattiva Gestione del personale
  3. Mancanza di competenze economiche/contabili
  4. Pessima esperienza da parte dei clienti
  5. Qualità del cibo
  6. Cattiva o mancata programmazione/pianificazione del Marketing

Ciò significa che il panorama del ristorante sta cambiando. Spettacoli come Master Chef hanno dato vita a un nuovo modo di fare cucina, dove spesso bisogna innovare e soddisfare il cliente più esigente. Di conseguenza i più piccoli ristoratori ne risentono e faticano a stare al passo.

Ci sono molte ragioni per questo, tra cui:

  • Budget: i ristoranti richiedono molti soldi per la loro gestione. E con l’aumento del costo del lavoro e dei canoni di affitto altissimi, è una delle maggiori cause di chiusura per i ristoranti;
  • Mancanza di ricerche di mercato: questo problema è enorme. Non sprecare il budget per l’affitto nel quartiere più alla moda, se poi la tua clientela trascorre la maggior parte del tempo in altri luoghi. Non solo brucerai soldi, ma non raggiungerai mai il tuo pubblico principale;
  • Cattiva gestione: gestire un ristorante è come gestire qualsiasi altra attività, il che significa che hai bisogno di molto più di una semplice abilità culinaria per farlo funzionare.

Molti di questi problemi possono essere superati attraverso una buona pianificazione e una solida ricerca, quindi fatevi un favore e affrontate le questioni chiave prima di andare oltre.

Ora, invece, passiamo a una lista di controllo per il marketing del ristorante che può aiutare la tua azienda a crescere.

 

Brand Positioning – Posizionamento del Ristorante/Beverage

 

Allora, cosa offre esattamente il tuo ristorante? Sei una tavola calda, un bistrot, braceria, alta cucina? Ti identifichi con le persone nella tua zona o piuttosto, loro si identificano con la tua offerta? Se sei un ristorante che offre incredibili tacos di pesce in una zona in cui la gente ama le bistecche e gli hamburger, hai due cose da stabilire.

In primo luogo devi rendere le persone consapevoli che anche i tacos sono deliziosi e in secondo luogo, ottenere il vantaggio di essere il primo del tuo genere in quella zona. Devi anche capire se vuoi essere un ristorante di famiglia che offre bevande per tutta la famiglia o desideri anche offrire la birra oltre al “Chilli”.

Stabilisci delle linee guida sulla tua identità e su come vuoi comunicarla. Se non sai come, abbiamo un test che puoi aiutarti nel fare ciò. Non fare quello che fatto tutti, tu non sei tutti, ma vuoi una nicchia ben precisa.

Se sei un ristorante di alta cucina è inutile tentare di piacere a tutti, non succederà. Anzi, se lo farai la maggior parte delle persone resterà confusa, magari dicendo che il tuo ristorante ha prezzi troppo alti. Definisci anche qui la tua Buyer Personas.

 

Costruisci un ottimo sito Web per un miglior marketing per ristoranti

 

I siti Web sono il volto di quello che vuoi comunicare con il tuo ristorante o azienda di ristorazione. Il budget che dedicherai al progetto, sarà il valore che darai tu stesso alla tua realtà.

Quindi ricordi tutto quel tempo e attenzione che hai riservato nel creare l’atmosfera e l’arredamento perfetti per il tuo ristorante? Tutto il budget investito? Sì, devi fare la stessa cosa per il tuo sito web.

È la prima impressione che molti ospiti avranno del tuo ristorante. Rendilo da “Client Wow.

Innanzitutto, assicurati che si adatti all’immagine e al tono generale del tuo ristorante. Stai andando per un’atmosfera alla moda e moderna? Questo dovrebbe riflettersi nel tuo design e nella tua UX. O forse sei più un tipo casual? Ancora una volta, progettalo con questo in mente. Ricorda cosa vuoi trasmettere.

Oltre l’aspetto, assicurati di avere le basi quando si tratta di marketing online per ristoranti:

  • Informazioni generali: indirizzo, numero di telefono, e-mail. Includilo in una pagina di contatto separata (con una mappa di Google incorporata) e nel piè di pagina di tutte le pagine;
  • Menu: questo è il motivo per cui le persone vengono da te, quindi rendilo ovvio. Non trasformarlo in un PDF! I secondi aggiuntivi necessari per il download o visualizzazione saranno sufficienti a perdere il tuo potenziale cliente;
  • Immagini del menu e la loro posizione – le immagini dei tuoi piatti renderanno molto più piacevole la descrizione, quindi includi immagini di alta qualità delle voci di menu reali. Includi anche le immagini della posizione stessa in modo che gli ospiti possano sentire l’atmosfera. È casuale? Elegante? Sono seduti con estranei? Descrivile!
  • Per il punto sopra, affidati a un fotografo professionista, che sappia come fotografare per food marketing. Non al telefonino o altro.

E ultimo ma non meno importante, assicurati di utilizzare uno strumento di prenotazione online, per consentire ai clienti di effettuare prenotazioni sul tuo sito. La comodità è tutto, quindi non fargli alzare il telefono per chiamare.

 

Digital Food Marketing per Ristoranti: sistema la tua SEO locale

 

Punto successivo nella lista, per il marketing del ristorante: inizia a fare un po di SEO locale.

La maggior parte dei ristoranti è fortemente legata alla posizione geografica. Quindi ha senso che per trovare più clienti online, devi concentrare i tuoi sforzi sulla SEO locale.

Ciò significa che:

  • Inserisci la tua azienda su Google My Business;
  • Mantieni la coerenza (nome, indirizzo, numero di telefono) su tutta la tua presenza online – un errore di battitura qui può essere fatale;
  • Registrazione al maggior numero possibile di siti di recensioni di ristoranti, come:
    • Bing Places for Business
    • Foursquare
    • TripAdvisor
    • TheFork
    • Eccetera.

Significa anche prestare attenzione alle parole chiave. Assicurati di aver fatto i compiti. Vuoi separare le tue parole chiave per:

  • Termini generali: questi saranno i termini più generici come “ristorante” e “ristorante Roma”.
  • Termini di nicchia: si riferiscono al tipo di cucina che offri, come “ristorante di cucina messicana” o “magiare ostriche”, nonché a temi descrittivi come “dalla fattoria alla tavola”, “alla famiglia”, ecc. In caso di dubbi, controlla le categorie su Google Maps o Yelp per restringere le tue parole.
  • Parole chiave del brand/ristorante: queste, ovviamente, si riferiscono al tuo nome. Ma, se hai appena iniziato o non hai ancora un seguito abbastanza importante, potresti voler concentrare la maggior parte delle parole chiave di nicchia fino a quando non hai guadagnato una reputazione abbastanza autorevole da essere costantemente cercato per nome.

Dopo aver deciso un elenco di parole chiave target, assicurati di utilizzarle negli URL, nei titoli, nei tag alt e nelle meta descrizioni del tuo sito web, nonché in tutti i tuoi contenuti. Questa è anche una parte importante del marketing online per i ristoranti.

 

Incoraggiare le recensioni per una migliore visibilità

 

Quando si tratta di marketing digitale legato alla ristorazione, parliamo anche delle recensioni che possono contribuire a crescere o distruggere un’azienda.

La parte più spaventosa? Non averle affatto!

Pensaci. Supponi di andare su Amazon o su qualsiasi altro portale: hai intenzione di fare clic sull’articolo senza recensioni dei clienti o su quello che ha raccolto qualche centinaio di recensioni? Quest’ultimo, ovviamente.

Come clienti, siamo abituati a disporre di recensioni già scritte da altri e contiamo su di esse. In effetti, il 68% si fida delle opinioni dei consumatori che vengono pubblicate online.

Inoltre, un sondaggio ha rilevato che due terzi dei clienti esprimono la propria opinione su un’azienda dopo aver letto solo quattro recensioni. Nel senso che sono capaci di sceglierti dopo aver letto circa 4 recensioni positive e viceversa.

Ecco perché il tuo piano di marketing per il tuo nuovo ristorante dovrebbe includere una strategia per ottime recensioni.

Una cosa strana? A volte non scegliamo il locale per il cibo, spesso viene scelto per l’atmosfera o altro. Pensaci!

L’esperienza è così memorabile che viene spesso evidenziata nelle recensioni (in effetti, quasi tutte le sue recensioni fanno riferimento ad una festa o particolare occasione e sono quasi tutte positive.)

“Dai alle persone qualcosa di cui parlare e lo faranno.”

 

Con l’aggiunta di dati strutturati di Google, (gli snippet) al tuo sito, è possibile attivare le visualizzazioni delle recensioni nei risultati di Google. Proprio sotto il risultato del tuo sito.

 

Digital Food Marketing dati strutturati
Digital Food Marketing dati strutturati

 

Food Marketing Sito Web Ristorazione - Sitelink Google
Food Marketing Sito Web Ristorazione – Sitelink Google

.

 

Piano di Marketing per ristoranti: contromisure per cattivoni.

 

La rivoluzione tecnologica ha influenzato il marketing per i ristoranti in maniera unica – e alcuni sosterrebbero negativamente -. Purtroppo non possiamo dargli torto.

Una volta, un nuovo ristorante poteva aprire tranquillamente e risolvere eventuali problemi nel corso del tempo. Oggi no!

Ora, basta una o due recensioni negative qual e là, che tutto si complica! Prendi qualche idiota poi, che ti crea una seconda scheda su Google o un luogo e ti spara la sua recensione negativa! E non contiamo gli haters!

Basta poco per raccogliere lamentele riguardanti il ​​servizio scadente o gli spaghetti schifosi e scaduti e all’improvviso sei solo il ristorante degli spaghetti schifosi e scaduti a cui nessuno vuole andare.

Fa parte della sfida quando si tratta di marketing digitale per i ristoranti.

Sfortunatamente, alcune recensioni negative sono inevitabili. E quando arrivano, è meglio essere preparati con un piano di controllo per esse. Non trascurarle.

Inizia rispondendo velocemente. Oltre il 40 percento dei clienti si lamenta che non ricevere una risposta entro un’ora.

E anche se vuoi farlo al più presto, assicurati di farlo a mente fredda. Non dare la colpa al cliente o inventare scuse. Affronta i loro problemi e offri le tue sincere scuse.

Se è qualcosa come un cattivo servizio clienti o un piatto scadente, prova a spiegare che non è il tuo solito standard e offri una sorta di rimedio, se puoi.

Anche se ritieni che la recensione sia ingiusta, devi comunque gestirla professionalmente. Puoi raccontare il tuo lato della storia, ma fallo rispettosamente e in modo da rispondere pienamente alle loro lamentele. Se hai prove, le puoi pubblicare. Fallo!

Questo perché le persone guardano anche se rispondi alle negative. Una recensione negativa trascurata non ti fa ben figurare!

Oppure diventa creativo. 😀

Botto Italian Bistro in realtà incoraggia i suoi clienti a lasciare recensioni negative offrendo il 50% di sconto sulla pizza a chiunque lasci una recensione a una sola stella.

L’obiettivo. Fare Goal ovviamente! Il proprietario David Cerretini nel 2014 ha dichiarato: “Voglio essere il peggior ristorante che ci sia nella Bay Area. Penso che questa sia la migliore mossa commerciale che ho fatto negli ultimi anni. ”

Sei anni dopo, il ristorante (e la loro eccentrica promozione di recensioni) sta ancora andando ancora forte.

 

Marketing per ristoranti: Annunci a pagamento geo-localizzati

 

Con qualsiasi attività commerciale, entreranno in gioco gli annunci a pagamento.

Soprattutto per i ristoranti, ti consigliamo di concentrarti su AdWords (dove le persone sono attivamente alla ricerca di luoghi in cui mangiare) e sui social media.

Gli annunci con targeting geografico saranno particolarmente utili. Ciò ti farà risparmiare denaro assicurandoti che solo gli utenti in un determinato raggio vedano il tuo annuncio.

La maggior parte delle principali piattaforme pubblicitarie offre queste caratteristiche, da Google a Facebook e persino Google Maps.

Queste app, in particolare, offrono un’opportunità unica ai ristoranti locali di fare pubblicità. Possono aiutarti a pubblicare annunci per le persone mentre sono in movimento e vicino alla tua attività.

Immagina: è ora di pranzo, hanno fame e sono esattamente 5 Km al tuo ristorante. Accendono all’App per trovare i ristoranti più vicini ed ecco, boom, scatta il tuo annuncio con pop-up.

Ovviamente, come menzionato sopra, vuoi comunque incorporare anche le tue altre opzioni pubblicitarie. Google Adwords può essere particolarmente vantaggioso per le ricerche “vicino a me”.

In questo modo, quando le persone digitano “ristorante vicino a me”, avrai la migliore opportunità di andare in cima ai risultati di ricerca. (questo merita un discorso a parte, la prima posizione varia in base all’offerta che sei diposto a fare. C’è un discorso di ottimizzazione alla base)

Quando si tratta di sviluppare la consapevolezza o la notorietà, autorevolezza della tua attività, considera anche l’utilizzo di una piattaforma come Facebook.

Quando si tratta di Facebook, tuttavia, potresti essere tentato di risparmiare il budget utilizzando solo post organici. Di solito non è una grande idea. Certo, potresti provare un video promozionale o un’immagine che è SUPER e finisce per diventare virale. Ma questo è davvero una fortuna e caso raro.

La cosa migliore che puoi fare è investire nella pubblicità. In questo modo, raggiungerai le persone che attualmente non seguono la tua pagina Facebook e darai loro un motivo per farti seguire e poi portarli dritti, dritti ai tuoi tavoli.

Per risparmiare denaro, puoi pubblicare annunci PPC. In questo modo, pagherai solo per l’annuncio quando le persone mostrano un interesse per la tua azienda.

Ad alcune persone che vedono i tuoi annunci potrebbe persino piacere la tua pagina Facebook. Puoi raggiungerli in seguito con promozioni organiche.

 

Conclusione del Digital Food Marketing, anche per la ristorazione

 

Puoi ospitare feste gastronomiche ed eventi stagionali o occasionali, ispirati alla tua zona o al calendario o ancora inventali per comporre menu o pacchetti speciali. Questo può essere pubblicizzato online. Gli eventi contribuiscono anche alla notorietà del tuo marchio e alla diffusione del passaparola.

Come per ogni cosa nel marketing, anche il digital food marketing per la ristorazione richiede ricerca e una solida strategia. Non improovisare!

I passaggi di cui sopra andranno a beneficio di qualsiasi ristorante e se vuoi farlo in un mercato sempre più competitivo, ti suggeriamo di iniziare a implementarli oggi.

E-book TEST Gratuito per valutare visibilità azienda

Hai bisogno di una consulenza di marketing?

Vuoi migliorare la tua strategia e aumentare le conversioni?

 

Send this to a friend