Chiamaci
Milano - Pescara
Phone: +39 085 911 8991
Candidature CV
usa il form sezione contatti.
© 2024, Improove
P.iva 02507250690 REA CH-184123

Fidelizzare i clienti? Puntare tutto sulla conversione è possibile, tramite queste dritte

La fidelizzazione dei clienti (o come fidelizzare i clienti) è fondamentale per assicurare costanza agli introiti e ai guadagni di un’azienda e oggi è qualcosa che si può costruire e perseguire benissimo utilizzando le preziose e abbondanti risorse del web e dei canali digitali.

Nel processo di fidelizzazione dei clienti verso il vostro brand ciò che vi premierà sarà sicuramente la costanza, ma anche la coerenza che metterete in campo: la famosa “conversione” vi potrà sembrare quasi un atto magico, ma con un po’ di fede (e anche tanto impegno) non è un traguardo impossibile da raggiungere, anzi.

Educazione e fidelizzazione vanno di pari passo, ecco perché

Il processo su come fidelizzare i clienti, è bene dirlo, è importante anche per le aziende che gestiscono affari B2B, non solo per il B2C. Un cliente abituale, quindi fidelizzato, si rivela nel lungo termine più prezioso rispetto a una singolarità di acquisti nell’immediato: infatti, i clienti abituali sono soliti non solo spendere di più in budget, nel tempo, ma anche diventare quasi degli ambassador inconsapevoli del brand. Come? Sfruttando la strategia di marketing più vecchia al mondo: il passaparola. Quando un cliente è fidelizzato, significa non solo che conosce il vostro brand, ma che lo apprezza, ne condivide i valori ed è pronto a mostrare la qualità dei vostri prodotti alle persone che gli stanno vicine.

fidelizzare i clienti

Facendo formazione, dunque “istruendo” i vostri potenziali clienti e acquirenti tramite la comunicazione e il digital marketing, è possibile avviare un processo di fidelizzazione:

  • Non concentratevi solo sui post: create contenuti ad hoc per il vostro target, ma anche per la diversità che lo caratterizza. Alcuni apprezzeranno i post con foto, altri i reels, altri ancora le dirette o i webinar online.
  • Siate sempre autentici nella comunicazione del vostro brand, “autenticità” deve essere la vostra parola d’ordine: offrite ai vostri clienti il supporto di grafici e dati concreti sui vostri prodotti (ad esempio, quando raccontate loro che i vostri prodotti si qualificano su una fascia più alta rispetto ad altri, spiegate e dimostrare il perché nel concreto).
  • Sfrutta i feedback dei clienti, per condividere “storie di successo”. Questo può diventare parte della vostra cultura aziendale: essere proattivi nei confronti dei vostri clienti, ascoltare i loro feedback su come trasformare sempre più la vostra piattaforma in una user friendly è un’ottima strategia di comunicazione.
  • Non bombardate i vostri clienti e gli iscritti alla newsletter con decine di email e contenuti alla settimana: i post sui social possono essere molteplici, ma quando mandate email alla vostra mailing list (magari per offrire dei webinar), fatelo inizialmente con discrezione e gradualità – non più di due a settimana.

Siate coerenti con il vostro core business… E abbiate pazienza

Un buon responsabile marketing sa sempre come anticipare le esigenze dei clienti e costruire con loro una buona comunicazione: ma come è in grado di fare ciò? Non avrà certo capacità di chiaroveggenza (non necessariamente, quantomeno) ma saprà soddisfare i bisogni dei clienti conoscendo il proprio target e seguendo a fondo recensioni e feedback.

La coerenza nella comunicazione di un brand è molto importante: i clienti percepiscono quando la vostra comunicazione è costante nel flusso. Ecco perché è importante mantenere un livello di comunicazione coerente e costante nel tempo e che abbia sempre come focus il vostro principale target, nonché il vostro core business.

Quando la comunicazione è costante, si possono percepire tutte le diverse esigenze dei clienti: investire su un customer care digitale (quindi presente h24) è importante, ma bisogna farlo tenendo conto che l’83% dei clienti preferisce ancora il contatto umano, piuttosto che il singolo bot. I link di assistenza sul vostro sito web devono essere chiari, reperibili (non introvabili!) e prevedere anche un supporto umano vero e proprio.

Ed essere pazienti, in che senso? La pazienza è un’alleata per la vostra strategia di marketing, qualunque essa sia. Anche quando pensate che l’obiettivo che vi siete posti è lontano e non vedete ancora il traguardo, non arrendetevi: a volte anche nel digitale non tutto è immediato, ma con una solida preparazione, la vostra strategia di fidelizzazione può comunque diventare vincente.

Creare conversioni significa far sì che più persone giungano sul vostro sito web, sulle landing page, portando a risultati come gli acquisti, certo, ma anche alla fidelizzazione vera e propria.

Le principali strategie per fidelizzare i clienti

Vi abbiamo parlato di due aspetti meno in evidenza nel marketing circa il fidelizzare i clienti, ovvero la formazione/educazione che potete fare attraverso i vostri contenuti e la perseveranza nella vostra strategia.

Le più comuni strategie di marketing per la fidelizzazione sono invece, più nel concreto:

  • Gli incentivi sui volumi di acquisto
  • Le collaborazioni con i terzi (influencer marketing, vi dice qualcosa?)
  • Gli eventi e i contest online (o i Give Away)
  • Il cross-selling e l’up-selling

Se avete bisogno di consigli professionali su come implementare la vostra strategia di marketing con una serie di attività e una comunicazione volta alla fidelizzazione dei clienti, non esitate a contattare il team di Improove: abbiamo la soluzione adatta a ciascuno di voi e la svilupperemo insieme in base alle vostre esigenze.

Author avatar
Redazione Improove
https://improove.it/
La Redazione Improove è composto da giornalisti, copywriter, digital strategist e marketing specialist e/o da collaboratori che ci inviano in maniera spontanea i loro articoli.

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *