Get In Touch
Milano - Pescara
email:
Phone: +39
Work Inquiries
candidature@impoorve.it
Phone: +39
© 2020, Improove
P.iva 02507250690 REA CH-184123

Conversational Marketing & Chatbots per potenziare la strategia

  1. Cos’è il marketing conversazionale?
  2. Statistiche del marketing conversazionale da conoscere
  3. 5 modi per utilizzare i chatbot sul tuo sito web
  4. Un suggerimento per il tuo Chatbot

L’obiettivo del marketing conversazionale è semplice: incoraggiare un dialogo con i clienti in modo rapido, fluido e su larga scala. Migliore è un’organizzazione nel facilitare questa conversazione, rimuovendo gli ostacoli, rispondendo alle domande in tempo reale e personalizzando l’esperienza, più l’azienda si avvicina a trasformare quel visitatore in un lead qualificato. In effetti, le aziende che automatizzano il marketing conversazionale (conversational marketing) registrano un aumento del 10% delle entrate dopo un periodo di 6-9 mesi.

Tradizionalmente, le aziende si sono affidate a strumenti come Google Ads, i social media e l’email marketing per diffondere messaggi in massa nella speranza di raggiungere il loro pubblico. Con questo metodo, il messaggio potrebbe non raggiungere o meglio ottenere il risultato desiderato. Quando i chatbot sono entrati in scena, hanno fornito alle aziende un modo più semplice per mettersi di fronte ai loro potenziali clienti e aiutarli a muoversi attraverso il loro viaggio dell’acquirente in modo più fluido e in tempo reale. Non solo i chatbot aiutano a facilitare una strategia di marketing conversazionale, le conversazioni abilitate dai chatbot sono state molto più rilevanti e utili per clienti e potenziali clienti.

Cos’è il marketing conversazionale?

L’utilizzo dei chatbot nel marketing conversazionale è ancora relativamente nuovo. Stiamo ancora cercando di capire come utilizzare i chatbot in modo più efficace e fornire valore ai nostri clienti e potenziali clienti. Per coloro che stanno appena intraprendendo il tuo viaggio nel marketing conversazionale, ci piace dare questa semplice definizione di Qualified: “Il marketing conversazionale ti aiuta a entrare in contatto con potenziali clienti interessanti esattamente al momento giusto attraverso strumenti come chat dal vivo e chatbot”.

Il marketing conversazionale è uno dei modi più rapidi per aiutare gli acquirenti a passare attraverso la canalizzazione di marketing e vendita. Attraverso l’uso di chatbot, la tua azienda è in grado di capitalizzare il potere delle conversazioni in tempo reale per costruire relazioni e creare un’esperienza più personalizzata con clienti e potenziali clienti.

Conversational Marketing & Chatbots per potenziare la strategia

Statistiche del marketing conversazionale da conoscere

Il conversational marketing è cresciuto negli ultimi anni e nel 2021 si prevede che alcune di queste tendenze continueranno a crescere. Ecco solo alcuni motivi per cui i chatbot nel marketing conversazionale sono così utili:

  1. Si prevede che l’80% delle aziende avrà una qualche forma di automazione dei chatbot instillata nella propria azienda entro la fine dell’anno.
  2. L’86% degli acquirenti online preferisce l’assistenza clienti proattiva, qualcosa che i chatbot di marketing conversazionale possono offrire immediatamente.
  3. Il 36% delle aziende utilizza ora le funzioni di chatbot dal vivo per richieste di marketing, vendite o servizio clienti su base quotidiana.

Oltre alle statistiche sopra, i chatbot nel marketing conversazionale possono aiutare con quanto segue:

  1. Risparmio di tempo e risorse
  2. Aumento dei Lead e generazione di ricavi
  3. Esperienza utente migliorata
  4. Supporto fuori orario

5 modi per utilizzare il Conversational Marketing & chatbot sul tuo sito web

Potenziare la tua strategia di marketing conversazionale utilizzando i chatbot è più facile a dirsi che a farsi. Ai fini di questo blog, ci concentreremo sui modi per utilizzare i chatbot in modo efficace nel tuo sito Web, sebbene ci siano alcuni modi interessanti per sfruttare i chatbot sui social e su altre piattaforme. Ecco alcune strategie e modi in cui puoi iniziare a utilizzare i chatbot:

1. Comunicare con i nuovi visitatori del sito web

Questo è senza dubbio uno dei casi d’uso più comuni e il chatbot con cui tutti abbiamo più familiarità. Si naviga in un sito Web e all’arrivo un chatbot offre assistenza generale. I visitatori potrebbero essere pronti a impegnarsi, oppure no. Tuttavia, è importante offrire ai nuovi visitatori nelle prime fasi del loro viaggio dell’acquirente l’opportunità di interagire direttamente con la tua azienda senza la pressione di dover avere una ragione molto specifica.

Quando i visitatori sono nella fase della consapevolezza, non hanno ancora identificato il loro punto dolente. Stanno facendo ricerche generali e potrebbero avere domande generali. Dare loro l’opportunità di porre quelle domande mentre fruiscono del sito web è importante. American Well fa un ottimo lavoro nel consentire ai visitatori di selezionare autonomamente dove si trovano nel loro viaggio dell’acquirente e ottenere le informazioni che contano di più per loro.

2. Qualificazione dei lead

I chatbot offrono un modo più immediato per qualificare i lead, oltre ai moduli utilizzati sul tuo sito web. La qualifica dei lead può richiedere il tempo e impegno da parte del tuo team di vendita e marketing, quindi perché non lasciare che il tuo chatbot faccia parte del lavoro pesante? Ecco alcune utili domande di qualificazione dei lead per il tuo chatbot di Nutshell :

  1. Sei un [Vuoto]? (Vuoto potrebbe essere titolare dell’attività, ruolo / titolo e così via)
  2. Dimmi di più.
  3. Cosa ti ha portato qui oggi?
  4. Cosa sai di [Prodotto/Servizio]?
  5. Vuoi un aiuto con quello?

Perché queste domande sono utili per qualificare i lead sul tuo sito web? Aiutano a determinare con chi deve connettersi il lead nella tua organizzazione, cosa sta cercando il lead per vedere se i tuoi prodotti sono adatti e il livello di intenti del lead (raccolto attraverso domande specifiche) che può essere trasmesso al team di vendita .

La parte migliore è che dopo aver qualificato i lead con le domande di cui sopra, puoi aggiungere un modulo al chatbot stesso per acquisire le informazioni e-mail che qualcuno del tuo team potrà ricontattare in seguito. Ciò fornisce rapidamente le informazioni necessarie al team di vendita o di rappresentante per lo sviluppo aziendale (BDR), in modo che la conversazione si riscaldi quando si contattano.

3. Personalizza l’esperienza del cliente

Più puoi personalizzare accuratamente l’esperienza utente con il tuo chatbot, meglio è. Sottolineiamo accuratamente, poiché noi (sicuramente alcuni voi) siamo caduti vittime di siti che tentano di personalizzare il proprio chatbot utilizzando il nome sbagliato o il nome dell’azienda. Assicurati di poter utilizzare in modo affidabile i dati dalla tua piattaforma preferita per distribuire con precisione i token di personalizzazione.

Quando la personalizzazione funziona, migliora davvero l’esperienza. Pensala in questo modo: se dovessi visitare un negozio di persona e vivere una grande esperienza, e tornare giorni dopo, per essere ricordato per nome o in base a quello che potresti aver cercato l’ultima volta che sei stato lì, migliora la tua esperienza. I chatbot hanno la capacità di farlo virtualmente ricordando il tuo nome, la tua azienda o il fatto che hai visitato il sito prima. Ecco alcune forme conosciute di chatbot che potresti includere per i visitatori abituali:

  1. Salve [FIRST NAME]
  2. Scopri come possiamo aiutare [NOME IMPRESA] a fare [XYZ]
  3. Ehi, sei tornato!

Ricorda, vogliamo offrire la migliore esperienza possibile, e questo significa prestare attenzione digitale a chi ci ha visitato in passato e personalizzare la sua esperienza.

4. Fornire assistenza ai clienti

Quando pensi alla tua strategia di marketing conversazionale, è importante non dimenticare i tuoi clienti. Anche loro vogliono impegnarsi in conversazioni con te che siano veloci e senza interruzioni. Un chatbot può essere un ottimo modo per aiutare i clienti esistenti che potrebbero avere domande sull’assistenza clienti che richiedono risposte immediate, invece di richiedere loro di registrare un ticket e attendere che qualcuno del tuo team di assistenza clienti ti contatti.

5. Promuovere un’offerta di prodotti o servizi

Invece di applicare un chatbot generale al tuo sito web, è importante pensare all’intento che un visitatore ha su ogni pagina che visita e assicurarti che il chatbot sia allineato con il punto in cui si trova qualcuno nel suo viaggio dell’acquirente. Se un visitatore del sito web arriva a una delle tue pagine di prodotti e / o servizi, perché non sfruttare un chatbot per qualificare questi visitatori e offrire informazioni più utili.

Questo chatbot è impostato con la consapevolezza che se qualcuno naviga in una delle pagine dei tuoi prodotti, è probabile che sia interessato a saperne di più. Eliminare l’attrito e creare il percorso di minor resistenza è esattamente ciò che un COS (Content Optimization System) fa. Consentono ai visitatori di saperne di più sui prezzi, iniziare rapidamente o interagire con il bot su un altro argomento nel caso in cui siano stati indirizzati a questa pagina per errore.

Un suggerimento per il tuo Conversational Marketing & Chatbot

Anche se potremmo sicuramente scrivere un intero blog sugli errori da evitare durante la creazione del tuo chatbot, ce n’è uno uno a cui abbiamo pensato valesse la pena menzionare in questo blog. Ricorda che le persone che interagiscono con il tuo chatbot sanno che si tratta di un chatbot e nulla può rovinare tutti i casi d’uso sopra più che fingere che il chatbot sia in realtà un essere umano. I visitatori sono intelligenti; trattali come tali.

I chatbot ti offrono un’opportunità unica per connetterti con i visitatori del sito web in tempo reale, aiutare a convertire più contatti, concludere accordi e offrire un supporto migliore per i tuoi clienti . I chatbot sono anche parte integrante dell’esecuzione della tua strategia di marketing conversazionale e possono aiutarti ad avvicinarti ai tuoi contatti e clienti.

lead generation guida inbound marketing b2b b2c per aziende

Statistiche Digital Marketing B2b

Author avatar
Team di Improove
https://improove.it/
Il Team di Improove è composto da giornalisti, copywriter, digital strategist e marketing specialist.
Send this to a friend