Blog

Audit in agenzia: il primo passo verso il tuo piano di Marketing

 

Finalmente hai deciso di chiamare un’agenzia di web marketing per realizzare un piano di marketing aziendale. Hai avuto un’ottima idea. Ora però non sai bene cosa aspettarti e ti stai chiedendo quali informazioni vorranno sapere da te. Keep calm e leggi l’articolo: ecco come avverrà, a grandi linee, l’audit in agenzia.

Tutto quello che devi fare è raccontare la tua azienda, spiegare i tuoi obiettivi e le tue aspettative, indicare un budget, ascoltare le proposte dell’agenzia. L’audit per la creazione di un piano marketing è un processo in cui tu e l’agenzia interagirete e scambierete idee e punti di vista.

Tu metti sul tavolo le tue competenze e la conoscenza della tua azienda e del tuo business sector. Gli esperti di marketing, invece, ci mettono le loro competenze e la conoscenza di tutti i canali che possono essere utili ai tuoi obiettivi.

 

Un esempio: Antonia, proprietaria di una trattoria km0

 

La prima cosa che devi sapere è che non serve essere una multinazionale per pensare di mettere giù piano marketing o marketing plan. Anzi, i piccoli business possono crescere grazie ad una attività di marketing ben orientata. Ti raccontiamo l’audit di Antonia, proprietaria di una trattoria con prodotti a km0.

Antonia si accomoda nella sala riunioni dell’agenzia un po’ spaesata. Non sa bene quali informazioni saranno utili e non ha nemmeno un business plan per il piano marketing della sua trattoria, non avendo alcuna dimestichezza con questo mondo. Vuole, però, far crescere il suo piccolo business, facendo conoscere i piatti che prepara con passione scegliendo prodotti genuini e acquisire nuovi potenziali clienti.

E proprio da qui le viene chiesto di partire: “raccontaci la tua azienda”. Antonia racconta la storia di un’attività famigliare, con un’attenzione alla sostenibilità e alla tradizione. Il punto su cui deve mettersi d’accordo con l’agenzia è: “quali aspettative hai dal piano marketing?”.

Antonia vuole aumentare il numero di avventori della trattoria, adesso frequentata perlopiù di sera dagli abitanti del quartiere in cui si trova. La trattoria, però, è aperta anche a pranzo, non distante da un distretto di uffici e lei vorrebbe far conoscere questa opportunità a un nuovo pubblico.

C’è però ancora qualcosa da sapere: chi sono i clienti di Antonia, quali gusti hanno, perché scelgono la sua trattoria? Che vantaggio competitivo ha? Identificare le persone alle quali ci si rivolgerà nel marketing mix è importante per creare una strategia il più possibile efficace.

Adesso, l’agenzia ha tutte le informazioni di base necessarie per stendere un brief, cioè un documento che riassume tutto quello che Antonia vorrebbe per la sua attività. A partire da lì, l’agenzia progetterà un piano marketing che aiuterà la trattoria a farsi conoscere al di fuori del quartiere, anche come luogo ideale per una pausa pranzo dall’ufficio.

La palla a questo punto passa all’agenzia, che le propone una strategia di content marketing e di social media marketing, spiegandole perché sono punti importanti per il piano marketing di un’attività come la sua e per raggiungere gli obiettivi che si è data, rispettando il budget che ha indicato.

 

Riepilogando…

 

Ecco cosa dovrai fare nel corso dell’audit in agenzia…

 

La riunione sarà una chiacchierata a proposito della tua azienda e dei tuoi obiettivi. Per raggiungere gli obiettivi che vuoi prefissarti nel piano marketing, l’agenzia ha bisogno di conoscere la tua storia. Quello che dovrai fare è spiegare chi sei, qual è la tua identità e dire sinceramente quali sono i punti di forza e di debolezza della tua attività, che verranno messi su carta attraverso un analisi swot.

Con la stessa chiarezza, spiega cosa ti aspetti dalla strategia di marketing. Ricorda, non tutti gli obiettivi sono realizzabili.

Occorre darsi degli obiettivi realistici perché diano frutto. Sii aperto ai suggerimenti che ti darà l’agenzia: le competenze e le esperienze sono strumenti affidabili quando si tratta di stabilire se un obiettivo è raggiungibile o no, o se un canale di comunicazione fa al caso della tua azienda o no.

Cerca di dare all’agenzia la stessa fiducia che ricevi dai tuoi clienti: ti stai affidando a dei professionisti.

 

… e cosa fa l’agenzia durante l’audit

 

L’agenzia ascolta le tue esigenze e prende appunti. Redige un documento interno, sul quale si lavorerà per stendere il piano marketing. Ti verranno dati consigli e suggerimenti, e probabilmente ti verranno fatte domande per sapere di più del tuo business, dei tuoi clienti, del motivo per il quale hai scelto di rivolgerti all’agenzia e da cosa ti aspetti e poi in secondo luogo anche una ricerca di mercato.

È nell’interesse dell’agenzia che il tuo piano di marketing abbia successo, quindi i consigli e i suggerimenti che ti verranno dati saranno orientati a ottimizzare questa strategia. Dopo l’audit, l’agenzia sarà in grado di aiutarti nell’ideazione e nella progettazione del piano.

Il piano può contemplare sia azioni di marketing online che offline. Per quanto concerne le azioni online, a seconda del tuo business sector potrà prevedere il content marketing o l’inbound marketing, il social media marketing, l’apertura di un blog o di una campagna DEM.

Speriamo di averti schiarito le idee sull’incontro con l’agenzia. Adesso sai a cosa vai incontro e cosa aspettarti. Non ci resta che augurati buona fortuna per la crescita della tua azienda e conquistare nuove quote di mercato!

New call-to-action