Get In Touch
Milano - Pescara
email:
Phone: +39
Work Inquiries
candidature@impoorve.it
Phone: +39
© 2020, Improove
P.iva 02507250690 REA CH-184123

Beauty eCommerce: è rivoluzione grazie alla tecnologia!

La crisi attuale (Covid-19) ha cambiato immensamente il comportamento e le aspettative dei consumatori. Dall’inizio del primo lockdown, la sicurezza e l’igiene personale sono emerse come una delle principali preoccupazioni. I consumatori hanno paura di visitare mercati affollati e, in alcuni casi, hanno posticipato gli acquisti. Un’area che ha visto una crescita senza precedenti su più sfaccettature è quella delle vendite online. Dall’acquisto di generi alimentari al settore bancario, i consumatori soddisfano la maggior parte delle loro esigenze online.

Per far parte di questo movimento, l’industria della bellezza o della cosmetica (Beauty eCommerce) deve innovare e offrire un’esperienza alla pari con ciò che fanno i negozi fisici. I principali marchi di bellezza dell’e-commerce hanno sfruttato l’intelligenza artificiale (AI) e la realtà aumentata (AR) per creare strumenti di confronto , test e valutazione per aiutare l’utente nella scelta di prodotti di bellezza online. Ecco cosa i player del settore possono imparare da questi casi studio.

beauty ecommerce realtà aumentata intelligenza artificiale

La realtà aumentata viene utilizzata per visualizzare i prodotti cosmetici

Con i clienti che evitano i negozi fisici e si spostano online, i brand dovrebbero passare a strumenti di prova virtuali per preservare l’esperienza offline.

  • Il prodotto L’Oréal ModiFace consente ai consumatori di provare il trucco con tecnologia AR.
  • Olay, un marchio PnG, ha lanciato Skin Advisor nel 2017. Basato sul deep learning, consiglia prodotti che analizzano la pelle dell’utente tramite una fotografia. Dei 6 milioni di persone che utilizzano questo servizio, il 94% dichiara che le raccomandazioni sono appropriate.
  • Lo strumento “Virtual Try-On” di Maybelline ti consente di applicare e confrontare quattro prodotti per il trucco contemporaneamente. Mostra anche un confronto tra prima e dopo l’aspetto.
  • Virtual Artist di Sephora analizza la tua pelle e le caratteristiche del viso per consigliarti i prodotti da provare. Nel 2018, gli utenti avevano provato oltre 200 milioni di sfumature utilizzando questa funzione.

Fattori chiave

  • L’88% delle aziende di medie dimensioni utilizza già AR in qualche modo (Deloitte)
  • Il 66% delle persone dichiara di essere interessato a utilizzare l’AR per l’assistenza durante lo shopping (Google Consumer AR Survey)
  • Il 60% delle persone vorrebbe poter visualizzare come e dove un prodotto si inserisce nella propria vita (Google Consumer AR Survey)
  • I tassi di conversione aumentano del 90% per i consumatori che interagiscono con AR rispetto a quelli che non lo fanno (Retail Customer Experience)

2. L’intelligenza artificiale viene utilizzata per le raccomandazioni sui prodotti

Sei preoccupato per la sicurezza e l’efficacia di un prodotto cosmetico? I marketers stanno creando strumenti di raccomandazione sui prodotti basati sull’intelligenza artificiale per risolvere il problema.

  • Proven Skin Care – uno strumento basato sul database del genoma della pelle: si tratta di un motore di ricerca utilizzato per trovare informazioni sui prodotti di bellezza. Il database contiene dati sull’efficacia di oltre 20.238 ingredienti per la cura della pelle, caratteristiche di oltre 100.000 singoli prodotti, 8 milioni di testimonianze di utenti e 4.000 pubblicazioni scientifiche.
  • Il database di cosmetici Skin Deep di EWG è uno strumento online per la ricerca di ingredienti nei prodotti di bellezza. Elenca le valutazioni di rischio per 70.000 prodotti di 2.374 marchi e informazioni su 9.000 ingredienti.
  • Function of Beauty produce prodotti per la cura dei capelli personalizzati con ingredienti consigliati da algoritmi di apprendimento automatico. Queste formule personalizzate di shampoo / balsamo sono specifiche per i tipi di capelli dei clienti.
  • Haut.AI è uno strumento SaaS che offre strumenti e API per questo.

Fattori chiave

  • I consumatori hanno il 40% di probabilità in più di visualizzare gli articoli consigliati in base alle informazioni che hanno condiviso con il marchio (MarketingDive)
  • Il 47% dei consumatori andrà su Amazon se il marchio con cui stanno acquistando non fornisce suggerimenti sui prodotti pertinenti (SmarterHQ)
  • Il mercato globale della bellezza biologica raggiungerà i 54 miliardi di dollari entro il 2027 a causa delle preoccupazioni sulla sicurezza degli ingredienti utilizzati (Statista)

Le tecnologie emergenti sono scommesse costose

Questo settore sta assistendo a scoperte nello sviluppo del prodotto, passando da novità a funzionalità utilizzate dalla maggior parte dei clienti. Ciò che era limitato agli articoli di alto costo come gli immobili viene utilizzato per mostrare prodotti. Sicuramente ha funzionato a favore dei marchi nel settore della bellezza, poiché L’Oréal ha registrato un aumento del 49% nelle vendite di prodotti grazie alla loro iniziativa AR.

Un cambiamento di direzione nel settore è il modo in cui le aziende AdTech utilizzano AR. Google lo ha implementato nei risultati di ricerca mentre Facebook sta lavorando alla pubblicità AR sia per Facebook che per Instagram. Il social ecommerce immersivo è il futuro in cui gli utenti interagiscono con le rappresentazioni AR dei prodotti e lo acquistano senza lasciare la piattaforma dei social media. Le capacità sono state dimostrate dai colossi, ma il costo agisce come il principale fattore limitante nell’adozione diffusa di queste tecnologie all’interno dell’e-commerce.

lead generation guida inbound marketing b2b b2c per aziende

Statistiche Digital Marketing B2b

Author avatar
Team di Improove
https://improove.it/
Il Team di Improove è composto da giornalisti, copywriter, digital strategist e marketing specialist.
Send this to a friend