Aprire un sito E-commerce conviene? Ecco la situazione in Italia.

aprire un sito e-commerce
aprire un sito e-commerce

Fino a qualche anno fa l’Italia era sul fondo della classifica europea per quanto riguarda un tema caldo: aprire un sito e-commerce.

(Scopri qui un caso di successo) Il mondo del web offre infinite possibilità per i tantissimi utenti che navigano costantemente, ma anche per le diverse realtà imprenditoriali che possono sfruttare l’enorme potenzialità della rete.

Qualcosa, però, sembra essere cambiato…

 

Nel 2017 il 53% degli italiani ha effettuato acquisti online

 

Stando a quanto raccolto dall’Istat tramite l’indagine ‘“Cittadini, Imprese e ICT”, infatti, i cittadini e le imprese italiane hanno aperto le porte allo strumento Internet. Le persone cominciano a fare affidamento in maniera più convinta sui siti di e-commerce.

Un forte impulso hanno avuto anche gli altri “impieghi” di Internet: nell’ultimo trimestre del 2017 è salita al 43,2% la quota di italiani che, pur senza aver fatto acquisti via Web, ha comunque cercato online informazioni su prodotti e servizi.

Nonostante i miglioramenti, i dati degli altri Paesi dell’Unione Europea restano molto più alti, come ad esempio il Regno Unito, Svezia e Danimarca, dove si supera l’80% di acquisti online.

 

E le imprese?

 

Le Imprese, invece, non hanno ancora sviluppato in maniera adeguata le competenze digitali, ma stanno cominciando a farlo.

L’Istat certifica che la diffusione di competenze digitali all’interno delle aziende italiane è ancora molto limitata; in particolare, tra quelle con almeno 10 addetti solo il 16,2% ha in organico addetti specializzati in ICT, e una quota ancora più bassa (appena 12,9%) organizza attività formative in materia informatica.

Male anche il livello di propensione all’e-commerce da parte delle imprese, che resta limitato al 12,5% del totale (comunque in crescita dall’11% del 2016), perdendo possibili occasioni di espandere il proprio business.

Gli esperti sono, però, fiduciosi per quanto riguarda il futuro. La strada sembra essere tracciata e le imprese italiane stanno cominciando a capire l’importanza della rete per ampliare il proprio business e sfruttare le immense potenzialità delle nuove tecnologie e aprire un sito e-commerce

 

Il cambiamento dei consumi

 

Il mondo di oggi è in continua trasformazione e anche i consumi stanno cambiando a causa delle nuove abitudini della gente, il web gioca un ruolo fondamentale in questa partita.

Prevedere uno scenario economico futuro è molto complesso, i ragazzi di oggi sono abituati a cambiare spesso lavoro e non lo trovano un problema, lo spostamento non è più un problema perché Internet ha accorciato le distanze.

Con l’arrivo di Internet sono cambiati tutti i modelli organizzativi e sociali, il futuro economico, sarà un futuro di rete, collaborazione e condivisione.

 

La rivoluzione del digitale in che modo influenza le scelte dei consumatori?

 

Il digitale influenza molto la scelta dei consumatori ma il consumatore medio è oggi molto più abile nel filtrare le informazioni veicolate online e a valutare criticamente le operazioni di marketing realizzate per promuovere un prodotto.

Amazon, eBay e gli altri colossi della vendita online hanno cambiato per sempre il modo di lavorare nel commercio. Molte piccole attività commerciali hanno risentito questo stravolgimento ma non tutti i negozi sono falliti.

Chi ha saputo innovarsi e aumentare la qualità dei propri prodotti e dei servizi offerti continua a lavorare.

 

Quali prospettive si possono delineare per il futuro?

 

I piccoli negozi hanno capito che non possono più limitarsi a vendere il vestito, la specialità gastronomica o la bottiglia di vino perché è necessario iniziare a vendere servizi.

La forza della rete sta nella velocità con cui si può svolgere un’operazione, ma il consumatore ha ancora voglia di andare in giro per negozi per assaggiare, provare, scoprire, poi magari ordina da casa e il servizio di consegna a domicilio è un plus di fondamentale importanza.

Come tutte le cose all’inizio c’è posto per tutti, solo fra qualche tempo si scoprirà chi fa la differenza e chi riesce a sopravvivere. A mio avviso avrà la meglio chi riuscirà a garantire affidabilità, qualità e supporto professionale al cliente finale.

 

La velocità diventa un fattore di ranking: PRONTO PER APRIRE UN SITO E-commerce?

 

Ormai sappiamo tutti che la velocità di un sito Internet è importantissima per l’esperienza utente, ma sapevi che tutto questo influisce anche sulla SEO? Il tuo sito si carica velocemente?

Google, lo scorso Gennaio, con un annuncio ufficiale, ha dichiarato che nel mese di Luglio 2018 introdurrà nella SERP Mobile il già conosciuto Speed Update: la velocità di caricamento della pagina diventerà a tutti gli effetti un fattore di posizionamento, anche per il mobile.

Bene, siamo stati avvisati per tempo di questo cambiamento… Ma tu sei pronto ad aprire un sito e-commerce? Il tuo sito carica velocemente le pagine o fai crescere la barba ai tuoi utenti nell’attesa? Il tuo e-commerce è semplice e facile da usare?

Se non sai rispondere a queste due semplici domande allora clicca qui.

 

 

Unisciti a noi...❤
😎 Una volta a settimana siamo in grado di fornirti contenuti interessanti. Promesso!
Rispettiamo la tua privacy.
0 Condivisioni
Condividi
Condividi
Tweet
Pin